Benvenuti nel blog di Cartastraccia, associazione nata nel 2011 per promuovere la lettura, il libro e le biblioteche, con particolare riferimento alla fascia d'età infantile. Qualche indicazione generale per orientarsi nel blog. Nella pagina Attività è consultabile la cronistoria delle attività svolte dal 2011 a oggi e vengono ciclicamente inserite le notizie sulle attività in corso. I progetti a lungo termine promossi da Cartastraccia hanno delle pagine dedicate: In biblioteca sulle attività nelle biblioteche di pubblica lettura; Leggere prima sulla promozione della lettura precoce; Libri app sulla lettura e le recenti proposte editoriali di qualità con supporto digitale e schermi interattivi; Libri fotografici sulla fotografia nei libri per l'infanzia; Attività artistiche sui laboratori permanenti o periodici di disegno dal vero e di stampa artigianale. Infine, nella pagina Risorse è possibile consultare bibliografie e approfondimenti tematici curati da Cartastraccia e nella pagina Sitografie link esterni su letteratura e lettura per l'infanzia, illustrazione e fumetto.

mercoledì 8 febbraio 2012

CUM PANIS, una segnalazione tutta da gustare

Riceviamo e pubblichiamo il calendario dei prossimi appuntamenti del laboratorio CUM PANIS, ideato da Sabina de Tommasi, rivolti a bambini a partire dai 5 anni, a ingresso libero con prenotazione obbligatoria al 062010579 al Teatro Tor Bella Monaca (via Bruno Cirino, angolo viale Duilio Cambellotti):

sabato 18 febbraio
domenica 19 febbraio
sabato 10 marzo
domenica 11 marzo
sabato 31 marzo
domenica 1 aprile
sempre alle ore 16.30

Pane alimento primario. Essenziale in tutte le culture, in tutte le latitudini, in tutte le religioni.
Pane secco da portare su in alta montagna, oppure nelle lunghe notti sul mare dei pescatori, gallette portate in guerra nel tascapane, pane bianco raffinato e morbido, pane croccante che odora di forno e di legna, pane di plastica finto come il pane del mcdonald, pagnotte grandi e pesanti, panini piccoli piccoli come bocconcini, pane raffermo...
Per un tozzo di pane si fanno le guerre.
Ma un tozzo di pane si divide con gli amici, e i nemici.
Un tozzo di pane nutre, accomuna, rende compari (di scampagnate) e compagni (di vita).
Per fare il pane ci vogliono tempo e pazienza. Ma viviamo un'epoca nella quale tempo e pazienza sono difficili da conquistare.
E allora bisogna stare insieme, uniti.
Condividere il tempo della lievitazione, il tempo dell'attesa. Un tempo che non possiamo determinare, possiamo solo occuparlo. E noi lo faremo raccontando la storia del pane, che è antica quanto la storia dell'uomo.
Tante storie e leggende... prima di infornare...
Perché alla fine ognuno abbia un tozzo di pane caldo...


Link utili:
Blog associazione Ersilio M

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento o scriveteci all'indirizzo straccialacarta@gmail.com