In biblioteca

Fulcro del lavoro e degli intenti di Cartastraccia è la biblioteca di pubblica lettura e, al suo cuore, le attività di promozione della lettura rivolte all'infanzia. In un recente intervento intitolato 25 buone ragioni per portare un bambino in biblioteca abbiamo cercato di condensare in modo lieve e schematico quanto osservato e verificato in prima persona nel lavoro quotidiano a contatto con le famiglie in biblioteca. Si tratta di un testo nato dall’esigenza di raccontare e mettere in ordine per punti (anche per chiarire a noi stessi per primi, come in una sorta di “manifesto”) una serie di aspetti, sia teorici che esperienziali, che reputiamo fondamentali per promuovere la frequentazione sin dalla più tenera età degli spazi pubblici bibliotecari.



L’idea di stilare le 25 buone ragioni per portare un bambino in biblioteca è nata dalla constatazione di una certa confusione da parte degli adulti (genitori e non) in merito alla biblioteca, alle sue funzioni, spazi, servizi, persino al suo nome. Capita infatti molto spesso che adulti accompagnatori - e di conseguenza i piccoli utenti - chiamino la biblioteca “libreria”. E, in generale, quello che accade nelle biblioteche - la meraviglia, la capacità della biblioteca di farsi connettore di esperienze e luogo di socialità, i servizi che è in grado di offrire - è qualcosa che resta nascosto ai più. 


«Compito della biblioteca pubblica» si legge in tal proposito nelle linee guida IFLA/Unesco del 2002 «è di venire incontro ai bisogni di tutti i gruppi che compongono la comunità indipendentemente dall’età e dalle condizioni fisiche, economiche o sociali. Tuttavia, ha una particolare responsabilità per la soddisfazione delle esigenze dei bambini e dei giovani. Se i bambini possono essere stimolati fin dalla più tenera età dalla conoscenza e dalle opere dell’immaginazione, è probabile che beneficino per tutto l’arco della vita di questi elementi essenziali per lo sviluppo personale, che li arricchiscono e permettono loro di dare un maggiore contributo alla società. I bambini possono anche incoraggiare i loro genitori e altri adulti ad andare in biblioteca». 

[IFLA, Il servizio bibliotecario pubblico: linee guida IFLA/Unesco per lo sviluppo, edizione italiana a cura della Commissione nazionale biblioteche pubbliche dell’AIB. Roma: AIB, 2002]. 



A partire da queste premesse, dal 2011 le principali risorse di Cartastraccia sono rivolte a organizzare letture ad alta voce per bambini e ragazzi, laboratori, visite gioco, incontri per adulti sulla letteratura infantile nel circuito Biblioteche di RomaDella centralità e importanza che rivestono per noi le biblioteche abbiamo parlato anche ai microfoni di RBE: QUI un'intervista di Susanna Ricci a Orsola Longhini su un nostro progetto svoltosi da ottobre 2017 a giugno 2018 (L'ora di lettura), ma anche sull'orientamento generale delle nostre attività dedicate alla lettura, ai libri, alla scoperta delle biblioteche e del loro patrimonio e all'infanziaPer gettare uno sguardo nella biblioteca per ragazzi, tra i tanti libri dedicati al tema ci sentiamo di consigliare La biblioteca per ragazzi spiegata agli adulti: viaggio in un mondo che non finirà di sorprenderti di Caterina Ramonda (Milano: Editrice bibliografica, 2011, collana Conoscere la biblioteca). Per scoprire inoltre che ci sono biblioteche e bibliotecari anche in molti libri, esiste una apposita bibliografia curata dall'Aib (Associazione italiana biblioteche) e disponibile QUI



Attività svolte nelle biblioteche 

  • Nell'anno scolastico 2017-18 è stato attivo il progetto L'ora di lettura. Classici e novità da non perdere prima degli otto anni, letture settimanali nelle biblioteche Centrale Ragazzi, Goffredo Mameli, Nelson Mandela, Penazzato, Vaccheria Nardi, Villa Leopardi; il progetto, a cura di Cartastraccia, si è svolto in collaborazione con AIB Lazio, Biblioteche di Roma e con il sostegno dei Fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese
  • Favole a merenda - Letture ad alta voce a cura di Cartastraccia durante il festival Festival Letterature Off, maggio-giugno 2018: 5 week end in 5 Biblioteche del circuito Biblioteche di Roma, dedicati alla lettura e ai libri, con eventi, incontri, letture, spettacoli
  • Questo libro fa di tutto - dicembre 2017-aprile 2018, Letture e attività laboratoriali Biblioteca Europea per la mostra interattiva del catalogo minibombo nelle biblioteche e in fiere di settore, in collaborazione con minibombo editore, Biblioteche di Roma e Goethe-Institut 
  • Leggere prima di leggere, Albi illustrati e libri app per l’età prescolare - 2017, incontri di formazione insegnanti e operatori di settore presso la Biblioteca Comunale Francesco Dionisi, Lanuvio (RM) e presso la biblioteca Centrale Ragazzi di Roma
  • Voci in gioco - 2017, Biblioteca Europea Monitoraggio di un gruppo di auto-formazione lettori  nato a seguito del ciclo di appuntamenti Oltre il libro
  • Segnami una storia - 2016, Letture in italiano e in lingua dei segni (LIS) presso la Biblioteca Europea, in collaborazione con l’ass. Liberamente
  • Creaturine: Lo straordinario e esilarante mondo di Nadia Budde - 2016, Laboratori e letture in occasione dell'esposizione al Goethe-Institut Rom e Biblioteca Europea
  • Storie piccine - 2016, Letture presso il Consultorio di via Salaria e presso la Biblioteca Europea 
  • Oltre il libro: leggere le figure - febbraio- aprile 2015,  letture e leaboratori creativi (bando "Oltre il libro") nelle Biblioteche Europea, Villa Leopardi, Penazzato, Raffaello, nell'ambito delle attività organizzate dall'Assessorato alla cultura di Roma Capitale, in collaborazione con Biblioteche di Roma
  • Leggere che piacere - 2015, supporto logistico e bibliografico, Biblioteca Centrale Ragazzi
  • Crescere coi libri - 2014, Letture ad alta voce in occasione della campagna nazionale Il Maggio dei
  • Libri presso la Biblioteca Villa Leopardi
  • Il Martedì dei ragazzi -  2012, Letture presso le Biblioteche Villa Leopardi,  Galline Bianche, Flaminia, Goffredo Mameli
  • Il Martedì dei ragazzi - 2011, Letture e laboratori presso la Biblioteca Centrale Ragazzi, Giordano Bruno, Rugantino, Sandro Onofri, Villa Leopardi