Benvenuti nel blog di Cartastraccia, associazione nata nel 2011 per promuovere la lettura, il libro e le biblioteche, con particolare riferimento alla fascia d'età infantile. Qualche indicazione generale per orientarsi nel blog. Nella pagina Attività è consultabile la cronistoria delle attività svolte dal 2011 a oggi e vengono ciclicamente inserite le notizie sulle attività in corso. I progetti a lungo termine promossi da Cartastraccia hanno delle pagine dedicate: In biblioteca sulle attività nelle biblioteche di pubblica lettura; Leggere prima sulla promozione della lettura precoce; Libri app sulla lettura e le recenti proposte editoriali di qualità con supporto digitale e schermi interattivi; Libri fotografici sulla fotografia nei libri per l'infanzia; Attività artistiche sui laboratori permanenti o periodici di disegno dal vero e di stampa artigianale. Infine, nella pagina Risorse è possibile consultare bibliografie e approfondimenti tematici curati da Cartastraccia e nella pagina Sitografie link esterni su letteratura e lettura per l'infanzia, illustrazione e fumetto.

venerdì 9 novembre 2012

LO SCHERMO DEL POTERE. FEMMINISMO E REGIME DELLA VISIBILITA'

Una segnalazione MercoLadies (con un paio di giorni di ritardo!)
Kespazio per una ricerca queer e postcoloniale ha il piacere di 
invitarvi alla nostra prossima iniziativa che vedrà come protagoniste
 
ALESSANDRA GRIBALDO & GIOVANNA ZAPPERI
autrici del libro:
 
LO SCHERMO DEL POTERE.
FEMMINISMO E REGIME DELLA VISIBILITA'
Verona, Ombre Corte, 2012
 
Con loro discuteranno
ALESSANDRA GISSI
storica, Università degli studi di Napoli "l'Orientale"
e VINZIA FIORINO
storica, Università di Pisa
 
Coordina e cura l'evento, la nostra
VALERIA RIBEIRO COROSSACZ
 
Vi aspettiamo venerdì 16 novembre ore 18
nel Caffè Letterario della Casa internazionale delle donne
Via della Lungara 19, Roma
 
 
***********
Dalla quarta di copertina:
 
"Il tema dell’immagine delle donne si è imposto negli anni del declino 
berlusconiano come un problema che richiede una risposta sia politica 
che teorica.
Questo libro propone una lettura femminista dell'intreccio tra genere e 
cultura visiva. La critica dell'immagine come ambito sessuato permette 
di cogliere la complessità dei rapporti di potere che si esprimono 
attraverso le immagini, senza cedere alla nostalgia di un femminile 
autentico.
Il femminismo ha mostrato infatti come il corpo naturale sia già un 
corpo immaginato, storicamente connotato, plasmato dai rapporti di 
potere. Se il tempo è adesso, non abbiamo bisogno di redenzione per fare 
posto ad un'immagine di donna integra e dignitosa, quanto piuttosto di 
reinvenzione.
Declinare il genere attraverso le linee della classe, del colore e 
della sessualità permette pensare la soggettività in termini di 
processo, di conflitto e di possibilità, in una forma che è insieme 
immagine e sguardo."
_______________________________________________
da: http://www.sguardisulledifferenze.org

Nessun commento:

Posta un commento

lasciate un commento o scriveteci all'indirizzo straccialacarta@gmail.com