Leggere prima

LEGGERE PRIMA - Progetto di promozione della lettura precoce è un progetto attivo dal 2013 nel Consultorio di via Salaria 140
La fase pilota e l'avvio del progetto sono stati curati da Cartastraccia in collaborazione con ASL Roma A, Biblioteche di Roma, Nati per Leggere e con il contributo della Regione Lazio, area servizi culturali (Bando “Io Leggo”).
L'obiettivo principale di LEGGERE PRIMA è stato quello di creare un collegamento attivo e duraturo tra consultorio e biblioteca di base, a partire dalla condivisione delle finalità e strategie del progetto nazionale Nati per Leggere.

Sulla base di evidenze scientifiche, emerge infatti che la lettura è un potente fattore di riduzione del rischio di marginalità sociale, oltre che uno strumento di crescita, alfabetizzazione a tutto tondo, affettività e relazione tra adulto e bambino sin dalla più tenera età.
Per quanto riguarda la promozione della lettura, tanto gli studi che l’osservazione di buone pratiche dimostrano:
A. che più precoce è l’intervento, più radicata e duratura sarà l’abitudine alla lettura e più stimolata la capacità di leggere non soltanto i libri ma il mondo multimediale circostante;
B. che fattore discriminante è il coinvolgimento delle famiglie, contesto più prossimo durante la primissima infanzia;
C. l’urgenza di intervenire in un contesto ampio dal punto di vista sociale, cercando di intercettare le fasce più svantaggiate e i potenziali non lettori.

LEGGERE PRIMA si è articolato in quattro azioni, precedentemente sperimentate nell’ambito della fase pilota (2013-2014, consultorio di via Salaria 140) e nell’ambito del progetto nazionale Nati per Leggere (avviato nel 1999 grazie alla collaborazione tra pediatri e bibliotecari, attivo su tutto il territorio nazionale):
1. una serie incontri di promozione della lettura precoce rivolti all’utenza del consultorio nell’ambito dei corsi di Accompagnamento alla nascita e Spazio allattamento; 2. un incontro di approfondimento e confronto rivolto al personale e agli operatori a contatto con le famiglie e i neonati; 3. la creazione di un Punto lettura Nati per Leggere in un consultorio; 4. l’acquisto di 150 copie di un libro cartonato da destinare al “Dono del libro”.

Con la prima azione si è mirato dunque a intervenire nel contesto del consultorio di base, frequentato da una fascia di utenza eterogenea dal punto di vista sociale, promuovendo l’abitudine a frequentare la biblioteca e a leggere a alta voce sin dalla più tenera età dei bambini, anzi sin dalla gravidanza.
In secondo luogo, oltre agli incontri informativi per i genitori, è stato organizzato un incontro di approfondimento e confronto rivolto al personale e agli operatoridi settore , per approfondire le tematiche della lettura precoce e ragionare insieme su pratiche e strategie di promozione e proseguimento dell’intervento. 

Infine, due azioni volte a qualificare l’intervento in maniera concreta e durevole: la creazione, all'interno del consultorio, di un Punto Lettura Nati per Leggere (ovvero uno scaffale composto da un centinaio di titoli per la primissima infanzia e materiale informativo per gli adulti) e l’acquisto di 150 copie di un libro che sono state offerte in dono ai nuovi nati. 

Calendario degli appuntamenti svolti nell'ambito del progetto finanziato dal Bando "Io leggo":
27 gennaio 2015 presentazione del progetto [info e locandina]
17 e 19 febbraio 2015 [info e locandina]
17 e 19 marzo 2015 [info e locandina]
14 aprile, 26 maggio, 16 e 17 giugno 2015 [info e locandina]
11 giugno 2015, ore 11.00 incontro per il personale tecnico-sanitario
Poliambulatorio di via Tagliamento 19 
19 ottobre 2015, incontro di approfondimento per il personale e inaugurazione del punto lettura
[info e locandina]  









[in aggiornamento: incontri alla Biblioteca Europea] 

Nessun commento:

Posta un commento