sabato 8 dicembre 2012

Altre due chiacchiere con Eleonora Cumer

Nel'intento di promuovere e diffondere buone pratiche, dedichiamo questo spazio al resoconto di Eleonora Cumer,
artista appassionata di libro d'artista e quindi di carta, di stampa in tutte le sue declinazioni, oltre che di illustrazione.
Avevamo scambiato due chiacchiere con lei a proposito dell'incisione su gomma crepla

Eleonora continua a mettere a disposizione spunti e idee per laboratori che fanno venir voglia di fare, laboratori creativi di semplice realizzazione. 


Uno degli aspetti più divertenti è che sono rivolti a qualsiasi fascia d'età: un'occasione perfetta per lavorare gomito a gomito, grandi e piccoli, sperimentando tecniche che offrono uno spettro molto esteso di personalizzazioni. Questo post è dunque dedicato a bibliotecari, operatori, maestri, mamme, papà, nonni, zii...

 Si avvicinano le vacanze, un periodo perfetto per dedicarsi a sperimentazioni casalinghe di dolci o...cartoncini di auguri, a casa come in biblioteca. Prendetevi del tempo, se proprio dovete far dei regali, per divertirvi a realizzare carta da regalo stampando di tutto a tinte forti. Un gioco per grandi (con inchiostri tipografici o offset) e per piccoli (con vegetali o.spugnette e inchiostri a acqua, mostrando loro Guizzino di Leo Lionni, per esempio).
Racconta Eleonora Comer che da tre anni la Biblioteca Civica di Bolzano organizza un laboratorio aperto alle famiglie sui biglietti natalizi:

"Nel 2010 i bambini si divertirono a creare con la carta e il cartoncino colorata mentre i genitori ebbero la possibilità di sperimentare il tratto creativo con la china utilizzando pennini e/o pennelli.

Nel 2011 la proposta fu quella di realizzare biglietti tridimensionali.
Quest’anno invece un’altra tecnica che offre molte possibilità: la stampa.

Non essendoci nessun limite di età al laboratorio possono partecipare sia bambini molto piccoli che adulti, quindi nel progettarlo ho dovuto tener presente questa variabile.
 
Per facilitare i piccini ho creato con il silicone alimentare degli stampini sul tema natalizio, di modo che possano divertirsi senza problemi. 


Per i più grandi invece ho pensato che potrebbe essere interessante sperimentare la tecnica delle mascherine, che realizzeranno loro stessi.

I muri delle nostre città sono spesso decorati da lavori realizzati con gli stencil, la street art non è una novità e quindi presentare questa tecnica e adattarla ad uso completamente diverso mi è sembrata un’idea interessante e che potrebbe incusiosire".

Grazie Eleonora!

Sito:





Nessun commento:

Posta un commento