sabato 10 marzo 2012

TENDENZE DI PRIMAVERA Misunderstanding di Farideh Khalatbaree, illustrato da Ali Boozari

Una ventata d'aria, i risultati dei vincitori dei premi di Bologna 2012!
Squotto un angolino di questa rubrica per presentarvi un nuovo libro, fresco fresco di menzione a Bologna nella categoria New Horizons:
 
MISUNDERSTANDING
testo di Farideh Khalatbaree 
illustrazioni di Ali Boozari 
edito da SHABAVIZ PUBLISHING COMPANY di Tehran 


Ecco le motivazioni della giuria:

Il recupero della "sgorbia", ovvero dello strumento principe della "linoleografia" o dell’incisione su legno, non sarà mai lodato abbastanza. Poiché c’è tutta una specifica tradizione pedagogica e didattica che si incentra su queste tecniche antiche e preziose, con un libro basato su di esse il bambino può essere protagonista, può non solo guardare e leggere, ma anche “rifare” ciò che gli viene proposto. Il libro, però, vale soprattutto per l’abilità, per la finezza, per la precisione con cui si rinnovano le tecniche antiche su cui si basa. Perché se la ricca esibizione di un glorioso passato è qui evidente, non meno valido è il dialogo con il presente, reso perfino ironico dalla concomitanza indubbia di “icone” della modernità. Ma non si deve tacere anche della particolare preziosità dell’impaginato né dalla cura grafica con cui congiunge, alla purezza dell’incisione su legno, un “valore aggiunto” di tipo Informale che vede una sapienza materica molto ricca di motivi ulteriori. Piccoli gioielli grafici che però motivano grandi riflessioni: neppure l’atelier di Paul Klee è davvero lontano da queste pagine.

Queste righe mi riempono di frizzicorio primaverile, e allora permettetemi uno sfogo di "costume". 

Ieri, mentre viaggiavo su un autobus pieno all'inverosimile, mentre si agitava una rissa che via via coinvolgeva sempre più porzioni dell'autobus, da una scintilla scoppiata tra un ragazzo di colore dai lineamenti aguzzi e un bangla, sfogliavo una rivista (PESSIMA) d'arte free press, "Art tribune". Su questa rivista trovo un articolo in cui ci si propone di indicare i docenti più in vista del panorama delle accademie di belle arti italiane. Ometterò i nomi di tali docenti, e eviterò di commentarvi le loro brevi interviste. Però vi trascrivo LE MATERIE, ovvero le discipline (se così si può dire) che insegnano: 
c'è un docente di fenomenologia delle arti contemporanee, e fin qui...
c'è un docente di teoria della percezione e psicologia della forma e culture digitali, e siamo al limite...
seguono: elementi di morfologia e dinamiche della forma, fenomenologia dell'immagine, istallazioni multimediali e multimedia, teoria della percezione e psicologia della forma...e atre ancora (per fortuna sopravvive una docente di editoria)...
Ho cominciato a agitarmi e innervosirmi. E i docenti di incisione? di anatomia artistica? discipline pittoriche? plastica e formatura? A loro non si chiede un parere sullo stato delle accademie italiane?!?
Nel frattempo, al grido dell'unico ragazzo vistosamente autoctono di "ao se m'arriva un soffio v'apro la faccia", metà autobus si svuotava e il mio cuore si riempiva di amarezza.

Allontano lo sguardo dal mondo ottuso, autoreferenziale e rintanato mercato dell'arte, e scopro ancora una volta che è all'editoria per ragazzi che ci si rivolge oggi per trovare quell'irresistibile mixture tra disciplina e creatività, trasmissione dei saperi e innovazione. L'editoria per ragazzi è attualmente l'ambito più fecondo di nuove idee, proposte, vitalità; il tutto coniugato al rigore tutto artigianale di chi "costruisce libri". 
Insomma, i grandi poeti scrivono filastrocche (uno per tutti: Bruno Tognolini), i più raffinati editori si dedicano al settore ragazzi (qui l'elenco è troppo lungo), i più incisivi illustratori...

Vi segnalo ancora una volta il nostro blog amico, Incisivart
E la pagina ufficiale del BolognaRagazzi Award 2012 in cui scoprire tutti i vincitori

Nessun commento:

Posta un commento