domenica 24 febbraio 2013

Appuntamenti della settimana e un consiglio di lettura: Un colore tutto mio


Continuano gli appuntamenti Cartastraccia nelle Biblioteche di Roma per il "Martedì dei Ragazzi":

Martedì 26, alle ore 17, Leyla vi aspetta presso la Biblioteca Villa Leopardi (Mun. II) per letture di albi illustrati da ridere e leccarsi i baffi. E faremo un esperimento: proveremo a fare una lettura in lingua, nell'intento di promuovere l'apertura linguistica sin dalla più tenera età, insomma per "orecchiare". Partiamo con un grande classico che tutti i bambini conoscono, in francese si chiama "CACA BOUDIN" vediamo se indovinate qual è...

Sempre martedì 26, ore 17, Caterina vi aspetta presso la Biblioteca Mameli (Mun. VI) con A mille ce n'è, letture ad alta voce di filastrocche e storie in rima dedicate ai piccolissimi (dai 18 mesi ai 3 anni) e ai loro genitori.

Il consiglio di lettura della settimana è un grande classico: Un colore tutto mio di Leo Lionni, Babalibri 2011.
"Tutti gli animali hanno un colore trenne il camaleonte che cambia colore secondo dove si posa...": così comincia la storia del piccolo camaleonte alla ricerca della sua identità, ovviamente molto più che cromatica...
E qui sta forse il bello di questo e di altri libri  di Lionni ( su tutti il grande classico, Piccolo blu e piccolo giallo): nel saper trattare grandi temi, come la ricerca di sé e del proprio posto nel mondo, l'amore e l'amicizia senza utilizzare mai morali esplicite, grazie a un linguaggio estremamente sintetico e al tempo stesso altamente evocativo e poetico, in una sintesi perfetta tra testo e immagine.
Il risultato è che i bambini adorano questo libro, si divertono a completare le parole di chi legge: "sui limoni è...giallo!", "tra l'erica...viola", si identificano nel camaleonte e si emozionano insieme a lui pagina dopo pagina.

Leo Lionni, disegnatore, grafico e scrittore, nato a Amsterdam nel 1910, è conosciuto in Italia grazie all'intuizione di Rosellina Archinto, che tra gli anni Sessanta e Settanta ha pubblicato molti suoi albi con la Emme Edizioni. Eredità raccolta da Babalibri, che dal 2001 ha felicemente proposto albi fiabeschi nel loro formato originale di grande qualità grafica (Piccolo blu e piccolo giallo, Un colore tutto mio, Federico, Pezzettino, Un pesce è un pesce, Guizzino, La casa più grande del mondo, Il sogno di Matteo, Alessandro e il topo meccanico, Cornelio e Il topo dalla coda verde).

Nel 2011 Babalibri ha inoltre pubblicato Leo Lionni, Libri cinema design, con testi di Aldo Colonetti, Enzo Ragazzini, Fulvio Testa, Gillo Dorfles, Didi Coppola, Andrea Rauch, Raffaele Carrieri, Ben Shahn, Giorgio Upiglio, Franco Russoli, Paola Vassalli, Walter Fochesato, Ishu Patel, Giulio Gianini, Leo Lionni, Bruno Bettelheim, un catalogo sulla poliedrica produzione di questo grande artista, con occhio particolarmente attento al mondo della grafica, del cinema d'animazione e soprattutto dei libri per bambini.



Altro testo per saperne di più è Leo Lionni, un opuscolo pubblicato da Babalibri nel 2009 a dieci anni dalla scomparsa del grande artista, in cui sono raccolti i ricordi di alcuni tra coloro che lo hanno conosciuto e che hanno lavorato con lui.

1 commento:

  1. Concordo perfettamente con la descrizione del carattere essenziale dei libri di Lionni, motivo per cui sono a tutti gli effetti dei "classici" (e, al di là di ciò, Piccolo blu e piccolo giallo è veramente uno di quei libri che è impossibile smettere di leggere...)

    RispondiElimina