domenica 29 gennaio 2012

SCULTURE DI CARTA- Laboratorio Cartastraccia

 
Collage senza colla: laboratorio di sculture di carta
Biblioteca Villa Leopardi, sabato 28 gennaio 2012

tipico laboratorio cartastraccia, da replicare ogni volta che volete, comodamente, a casa, in biblioteca, in fila dal dentista, in metro, in seggiovia...
I materiali

Indispensabile è "la spazzatura della carta", il sacchetto dove i genitori raccolgono cartoncini delle scatole dei cereali, giornali vecchi, il calendario dell'anno scorso...

Ogni altro tipo di carta, dalla velina alla carta da acquarello, è bene accetto. 

Nel laboratorio svolto presso la Biblioteca Villa Leopardi, sono stati messi a disposizione ritagli di carte di precedenti laboratori, carte da regalo, da parati, ritagli di vecchi tessuti, tulle, plastica da imballaggio...
oltre a spago, nastri, fili di lana, bottoni...


Gli strumenti

Si sono offerti ai ragazzi alcuni strumenti, indicandone il nome, la funzione, come si usa. 
In questo caso: spillatrici, forbici, perforatori.

Abbiamo notato che è utile mettere a disposizione pochi strumenti per volta, così, per tentativi, se ne possono scoprire applicazioni e potenzialità.  

La sperimentazione imprimerà delle conoscenze pratiche che permetteranno al bambino di individuare il giusto strumento per perseguire il suo fine.

I bambini si divertono a trovare soluzioni inusuali e scoprire attraverso la sperimentazione applicazioni cui neanche voi avevate mai pensato! Per esempio del perforatore (detto anche "bucabuca") oggi mi è capitato di imparare un altro uso: quello degli scarti, i "coriandoli"!


Che si fa?

Ogni volta è una magia, si mostrano i materiali, si fa toccare un tessuto, una carta ruvida, si mostra cosa accade se si fa una piegatura...e cosa accade alla carta velina se la accartocciamo...
...che già manine pronte selezionano il materiale, cominciando a ammucchiare ritagli di carte, pezzetti di nastri colorati.
E quando si mostrano i materiali, se ne spiega l'uso, ecco già che i bambini sono all'opera.

Ecco il momento che preferisco: i bambini intenti al lavoro, alcuni mi chiamano se non riescono a trovare delle soluzioni che li soddisfano, insieme proviamo a "andare avanti", altri non alzano lo sguardo, concentratissimi sul proprio progetto, altri ancora continuano a cercare stoffe e ritagli di carta da sovrapporre...


Nessun commento:

Posta un commento