mercoledì 13 febbraio 2013

teatro infanzia

Centrale Preneste
Teatro per le nuove generazioni
Via Alberto da Giussano, 58 – Roma
 Domenica 17 febbraio 2013 ore 16.30

RUOTALIBERA TEATRO
in
BAMBINA MIA
ISPIRATO A PETER PAN
In collaborazione con il Teatro dei Dis-Occupati
testo e regia Tiziana Lucattini
con Monica Crotti e Floriana Rocca 
per i bambini dai 3 anni e per le famiglie

ingresso € 5,00 – posto unico

info e prenotazioni (lun./ven. ore 10.00/17.00)
tel. 0627801063 – 0625393527

In collaborazione con il Teatro dei Dis-occupati Bambina Mia
Ispirato Peter Pan e al mondo delle Fate
e dedicato ai bambini che vogliono volare

con Monica Crotti e Floriana Rocca
teatro d’attore, clownerie e visual, dedicato a bambini dai due anni

drammaturgia e regia Tiziana Lucattini
consulenza drammaturgica Fabio Traversa
collaborazione artistica e proposte musicali Massimo Cusato
costumi Monica Crotti e Massimo Cusato
visual Momchil Alexiev
disegno luci Martin Beeretz
organizzazione e promozione Serena Amidani e Paola Meda


Personaggi:
Mia, una bambina
Fata-Albero
La mamma

Scena:
Un giardino. Una panchina, un lampioncino, in lontananza un vialetto con alberi

Bambina Mia è uno spettacolo ispirato a Peter Pan e al bisogno di volo inteso come metafora del bisogno primario nel bambino, di esplorazione e conoscenza.
Le protagoniste sono Mia, una bambina normale e straordinaria insieme, una Fata-Albero che l’aiuterà nel suo desiderio di volo, una madre presente assente, ma anche la natura dei giardini di Kensington con le sue presenze magiche, che, come in tutti i giardini, si rivelano verso L’ora di Chiusura.
Mia va al parco con la mamma e grazie forse proprio alla sua timidezza e alla sua solitudine, riesce a cogliere le meraviglie della natura, a giocare con le foglie e con gli alberi, con le coccinelle e il vento, e a percepire le presenze magiche del giardino. Presenze magiche negate agli adulti. E quando Mia sentirà alle spalle un prurito, ricordo di volo e di ali di cui ci parla Barrie autore di Peter Pan, sarà la Fata-Albero che l’aiuterà in quel desiderio di autonomia, e sarà con questa strana, buffa, incantevole fata che la bambina emulerà Peter Pan.
Ma al contrario del mitico fanciullo, quando Mia tornerà a casa troverà la finestra aperta, La bambina avrà così potuto conquistare la sua libertà non rinunciando all’amore della madre che, complice, avrà dormito con un occhio solo. Felice di accogliere la sua bambina che cresce, tra tentativi e giovani sfide.
Il testo presenta poche necessarie parole ed è fruibile sia da bambini piccolissimi che da bambini di lingua e cultura straniera.

1 commento:

  1. Consigliamo vivamente questo spettacolo, a grandi e piccoli. Uno spettacolo essenziale e pieno di magia, da vedere con il fiato sospeso e un sacchetto di polvere di fata in tasca. La drammaturgia musicale a cura di Teatro dei Dis-occupati accompagna per mano attori e spettatori; due bravissime attrici, Floriana Rocca e Monica Crotti, raccontano (quasi) in silenzio una storia che ha molto da dire sia agli adulti che ai bambini; un meraviglioso disegno luci di Martin Beeretz e gli effetti speciali e visual di Momchil Alexiev portano in scena la magia. Un vero lavoro di squadra. La drammaturgia e la regia sono firmate da Tiziana Lucattini, che presto speriamo di intervistare per la nostra rubrica "Due chiacchiere".

    RispondiElimina