giovedì 21 febbraio 2013

Due chiacchiere con...ottomani e Sonia Basilico

ciak di cartone: diplomi ricordo per i partecipanti
Ottomani, associazione di Modena specializzata in film animati e Sonia Basilico, esplosiva lettrice e appassionata di letteratura per ragazzi, organizzano e fanno girare un progetto che abbiamo il piacere di ospitare in "Due chiacchiere con": FILM A MANOVELLA. 

Il Laboratorio porta alla realizzazione di un film animato fatto dai bambini e rivolto ai bambini, con la tecnica dello stop-motion, tecnica semplice, quasi artigianale, per questo "film a manovella". Punto di avvio e di ispirazione per i partecipanti sono le suggestioni narrative offerte dalla lettura di un testo scelto in collaborazione con Sonia Basilico che ha accompagnato i bambini nella lettura e alla scoperta dei principali snodi narrativi.
Ci racconta Sonia: "siamo partiti da una narrazione (si tratta di promozione della lettura, infatti). Ho narrato le due storie senza mostrare le immagini per far si che i bambini non venissero influenzati dal segno grafico, ma che realizzassero personaggi e scene, senza riprodurre quello che avevano già visto".
 
Ecco i risultati, ovvero i film a manovella:

"L'uomo mangia carta" realizzato alla Biblioteca "G.Mariotti" di Morciano di Romagna (Rimini).
Si è lavorato a partire da "L'uomo mangia carta" di Simone Baracetti con le illustrazioni di Sara Codutti (Edizioni Artebambini, 2012). Il film "L'Uomo mangia carta" ha avuto un buon riscotro: interamente realizzato dai ragazzi, ha vinto il Secondo premio nella sezione "Extrascuola" al Sottodiciotto Film Festival 2012 di Torino. 
Sonia ci racconta questa esperienza: "per l'Uomo mangia carta, realizzato in quattro torride serate di luglio, abbiamo assegnato a piccoli gruppi la realizzazione delle varie componenti del personaggio principale: chi ha costruito la bocca, chi gli occhi,  il naso, il corpo, i capelli, le orecchie e così via. Il risultato è stato un mix fra Dragonball (capelli), Dracula e un pacioso signore. I bambini hanno ideato i nomi delle ricette cucinate dall'uomo mangia carta, così, insieme alle cartine fritte citate nel testo, sono comparsi hamburger di carta, pollo e patate al cartoccio, cartine strapazzate e così via. Questo libro ha un finale aperto e con i bambini abbiamo pensato a una trama possibile per il sequel, dandoci appuntamento ad una data successiva, nella quale, magari, realizzare una nostra storia originale come seguito di questo testo. Ci siamo divertiti moltissimo registrando le voci, cercando di vincere gli imbarazzi e le ansie da prestazione, abbandonandoci a sonore risate che non dimenticheremo mai più. Una volta ultimato il film, abbiamo riletto il testo, mostrando le immagini, e organizzato una proiezione alla presenza di parenti e amici sfruttando un cinema all'aperto allestito nel cortile della biblioteca per una rassegna di cinema estivo".
"Crescere è un tuffo" realizzato alla Biblioteca comunale di Riccione (Rimini).

I bambini di due classi quinte delle Scuole primarie di Riccione invitate negli spazi della Biblioteca hanno interpretato con il loro stile il racconto della graphic novel "Fiato sospeso" di Silvia Vecchini con i disegni di Sualzo (Edizioni Tunué, 2011).

Sonia racconta:  "Anche qui narrazione iniziale senza immagini e poi via a costruire scene e personaggi. Ci siamo basati sulle poesie scritte da Olivia, la protagonista del libro, brevi frammenti narrativi molto evocativi. I bambini e le insegnanti hanno amato molto il testo. Durante le pause ci chiedevano continuamente di poter vedere il fumetto e quando finalmente hanno potuto farlo, lo hanno letto voracemente. Ho un rapporto di amicizia e stima con la Tunuè e con gli autori di Fiato sospeso che hanno seguito tutte le fasi di lavorazione della nostra stop motion, inviandoci tavole originali e vari materiali grafici che abbiamo utilizzato per montare i titoli del film. Durante la proiezione pubblica del film abbiamo mostrato questo contributo, un saluto degli autori del testo ai bimbi di Riccione

 

E infine, Alice casca ancora:
 
"Alice casca ancora" realizzato negli atelier di Spazio Bradipo (Casalecchio di Reno, Bologna) con un gruppo di bambini che hanno interpretato con la tecnica del decoupage di carte e l'animazione di oggetti i racconti della raccolta "Alice cascherina" di Gianni Rodari
Per portare nelle vostre biblioteche, scuole, librerie etc. il laboratorio "film a manovella", articolato in 4 appuntamenti e rivolto a bambini dai 7 ai 14 anni, contattate l'Associazione stessa o Sonia Basilico:

Associazione culturale Ottomani: ottomanilaboratori@libero.it
Via Ronzone, 193 – 41052 Guiglia (Modena)

Sonia Basilico: paginettasonia@gmail.com

Approfondimenti:  
post di Silvia Vecchini sul blog La parola magica




Nella rubrica Due chiacchiere abbiamo ospitato:
Leonardo crudi 
Il semaforo blu
Eleonora Cumer
Eleonora Cumer/2
Emanuela Pulvirenti
Ali Boozari

 

 

Nessun commento:

Posta un commento