giovedì 8 novembre 2012

Bestiario Accidentale: il primo libro...da STRAPPARE!

Bestiario Accidentale non poteva non attirare la nostra attenzione: in primo luogo perché ci è capitato di tenerlo per la prima volta fra le mani e commentarlo a alta voce...accanto all'autore che era allo stand del Bologna Children's Book Fair che ospitava Vànvere edizioni.Si tratta poi di un tema stuzzicante: un libro da...STRAPPARE!

Ebbene sì, un libro che invita espressamente piccoli e grandi lettori a scomporlo, ogni pagina è infatti tratteggiata, nella speranza di farsi "vivere e respirare" nelle mani dei bambini di tutte le età.

Presentiamo dunque questo albo illustrato e ideato da Guido Scarabottolo, un albo tutto da strappare, con delle indicazioni per far diventare questo libro uno strumento per inventare e rinventare storie, itinerari imprevisti, avventure attraverso sentieri inesplorati.
Bestiario Accidentale: istruzioni per farlo vivere e respirare nelle mani dei bambini di tutte le età!

Sfogliando il libro si può notare che:

• L'animale che compare nella pagina di destra e che occupa lo spazio più grande è lo stesso che, voltando pagina, si ritrova nella pagina di sinistra, nello spazio più piccolo e in un altro contesto. Si crea così una specie di effetto domino. Se si propone il gioco al bambini, si divertiranno a indovinare
"l'animale che viene dopo"; il gioco è immediato e si può fare nelle due direzioni: dall'inizio verso la fine del libro e al contrario, dalla fine all'inizio.

• Su ogni pagina compare il nome scientifico dell'animale: un buon inizio per una ricerca, per divertirsi a impararlo e a ricordarlo!

• I due animali che si trovano su ogni coppia di pagine sono diversi tra di loro, e possono offrire lo spunto per svariate narrazioni fantastiche: che succede se un cammello incontra un pipistrello? E se un asino incontra una balena? Seguiranno storie strambe, divertenti e impossibili!

• Nel bestiario ci sono tanti animali diversi: quanti di loro vivono in ambienti acquatici? Quanti sono quelli che volano? Ci sono animali notturni? Possiamo preparare un elenco e contarli a volontà!

•Ogni pagina si può strappare: se ti piace tanto un animale può diventare il tuo amico di carta da portare sempre con te! Oppure, lo puoi incollare in un grande manifesto e proseguire tu a dipingere-disegnare animali simili o diversi e sfondi veri o di fantasia.

Guido Scarabottolo, Bestiario Accidentale, Vànvere edizioni
http://www.vanveredizioni.com/

Nessun commento:

Posta un commento